Cultura libera

Cultura libera … ma di cosa stiamo parlando ?

Spendiamo giusto qualche parola sul tema, per far capire le motivazioni di questa sezione.

Noi promuoviamo la libertà del software. Attenzione, in questa pagina, con software non intendiamo solamente i programmi, ma tutto ciò che non è materia grezza: programmi, idee, contenuti letterari, poetici, musicali, o di qualunque altra forma d’arte. Partiamo dal presupposto che la conoscenza non va per sottrazione: se la conoscenza viene condivisa, il condivisore non perde nulla riguardo alla conoscenza stessa. Parlando di atomi, ciò non è vero, infatti si verifica che un atomo è a proprietà esclusiva: o lo ho io, o lo hai tu, non lo possiamo avere entrambi. Per questo riteniamo che il mercato che regola le opere dell’ingegno, non possa e non debba essere assimilato a quello che regola le produzioni industriali (o di atomi).

Potete approfondire questa analisi, per la quale ringraziamo in particolare il prof. Renzo Davoli dell’Università di Bologna, nel progetto Copy 4 Love di cui consigliamo il manifesto.

Ciò premesso, questa sezione si propone di descrivere una serie di progetti di cultura libera, o beni creativi comuni (Creative Commons), che ci sono particolarmente vicini e su cui abbiamo qualcosa da dire. Non ha assolutamente la pretesa di essere un archivio di opere, ma solo di mostrare progetti di cui abbiamo avuto esperienza diretta e che crediamo valga la pena diffondere. Su tali opere, a nostro giudizio, non vengono imposti limiti artificiosi alla riproduzione, ed esecuzione. Non escludiamo la possibilità di elencare in questa pagina anche progetti rilasciati con licenza diversa dalle classiche licenze Creative Commons, ma che comunque rispettano i vincoli sopra citati.

Musica

Video

  • … arriva presto …

Leave a Reply